SERVIZI

“Dalla consulenza fino all’installazione chiavi in mano”

MANUTENZIONE E ASSISTENZA

UFFICIO TECNICO
GEOM. MANICONE DAVIDE

I nostri servizi si compongono di operazioni di ispezione, manutenzione e assistenza degli impianti EFC su tutto il territorio nazionale attraverso personale specializzato, secondo quanto indicato dalla normativa UNI 9494-3.

La manutenzione degli EFC consiste nell’assicurare il mantenimento delle condizioni di sicurezza e funzionalità. Inoltre, un piano di manutenzione programmata ben sviluppato consente di minimizzare i rischi derivanti da usura e malfunzionamento degli impianti stessi.

Siamo in grado di garantire interventi risolutivi con la massima continuità sugli impianti EFC e dei sistemi installati SENFC e SEFFC, e assistenza in tutta Italia, anche durante le fasi di collaudo da parte dei Vigili del Fuoco per l’ottenimento del C.P.I. (certificato prevenzione incendi).

 

Specifiche della Norma UNI 9494-3

La norma UNI 9494-3 “Sistemi per il controllo di fumo e calore – Parte 3: Controllo iniziale e manutenzione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore” descrive le procedure per il controllo iniziale, la sorveglianza e il controllo periodico, la manutenzione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore.
Tale norma si applica ai sistemi realizzati secondo le UNI 9494-1 e UNI 9494-2 e fornisce indicazioni per operare secondo la regola d’arte.

Un altro elemento introdotto dalla UNI 9494-3 riguarda l’approccio sistematico nella verifica della corretta documentazione dell’impianto di evacuazione di fumo.
Prima di operare su un sistema EFC é necessario reperire la documentazione di progetto e di installazione ad esso relativa conforme alla Legislazione e alla normativa vigenti.
Qualora la suddetta documentazione non sia disponibile o sia parzialmente disponibile, essa dovrà essere resa da un professionista antincendio.

 

Documenti

Devono comunque essere almeno disponibili i seguenti allegati:
– Scheda riassuntiva del sistema EFC comprendente l’elenco dei singoli componenti;
– Schema funzionale a blocchi che consenta di individuare la configurazione dei componenti a seconda della posizione dell’incendio;
– Disegni di layout con l’identificazione dei componenti;
– Documentazione dei componenti comprensiva di schede e manuali di installazione, uso e manutenzione.

 

Controllo periodico

La metodologia del controllo periodico si articola in molteplici procedure di controllo:
1 Controllo preliminare;
2 Controllo funzionale;
3 Controllo sugli ENFC;
4 Controllo sui ventilatori (EFFC e ventilatori di immissione dei SEFFC);
5 Controllo sulle barriere al fumo;
6 Controllo sull’immissione aria;
7 Controllo sulle condotte e le serrande;
8 Controllo sulle linee di collegamento;
9 Controllo sulle alimentazioni centralizzate;
10 Controllo sul quadro di comando;
11 Controllo funzionale sull’intero SEFC.